Scrittura emiliana.

Per carità

venerdì 15 Maggio 2020

«Noblesse oblige» aveva commentato il gatto e aveva allungato a Margherita un calice pieno di liquido trasparente.
«È vodka?» aveva chiesto piano Margherita.
Il gatto, offeso, era saltato sulla sedia.
«Per carità, regina» aveva gracidato. «Le sembra che mi sarei permesso di offrire della vodka a una signora? È alcool puro».

[Oggi, 15 maggio 2020, sono passati 129 anni dalla nascita di Bulgakov, 15 maggio 1891]

Mi dispiace

sabato 2 Maggio 2020

Questa pagina della presidenza del consiglio clic è molto interessante: dice che si può uscire per andare a trovare i conviventi (cosa che non era mai stata possibile, nella storia dell’umanità, uscire per andare a trovare uno che abita con te), e che si può uscire solo per acquistare prodotti di cui è ammessa la vendita; cioè puoi uscire solo per comprare le cose che vendono, quelle che non vendono no. Mi dispiace. Questo ancora non possiamo permettertelo.

I nodi

lunedì 27 Aprile 2020

– Tutti i nodi vengono al pettine.
– Quando c’è il pettine.

[Leonardo Sciascia, Nero su nero, in Opere. 1971-1983, Milano, Bombiani 2001, p. 629]

Al buio

mercoledì 8 Aprile 2020

Uno, che si chiamava Velimir Chlebnikov, diceva che per dormire gli bastava il pavimento e per scrivere, al posto del tavolo, poteva usare il davanzale. Siccome poi era senza petrolio, avrebbe imparato a scrivere al buio.

[Dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Quando Limonov ha smesso di leggere Limonov

giovedì 19 Marzo 2020

In questa intervista del 2018 a Rosalba Castelletti (clic), Limonov racconta che ha smesso di leggere Limonov, il romanzo di Carrère, quando Carrère dice che, in Russia, nel 42, fucilavano chi arrivava tardi al lavoro. Che è nella prima pagina del romanzo. Ha letto 18 righe (e, forse, l’introduzione).

Cosa ci vuole

lunedì 16 Marzo 2020

Tempo fa, con una mia amica, quando qualcosa non andava bene, io le dicevo : «Ci vuole pazienza». E lei mi rispondeva «E noi ce l’abbiamo». Con quella mia amica non ci vediamo dal 2014, circa, però di pazienza ce ne vuole ancora di più, e noi ce n’abbiamo ancora di più, secondo me. Domani sul foglio dovrebbe uscire un pezzetto sul coronavirus, scritto una decina di giorni fa, non vale più niente, probabilmente.

Stasera

lunedì 16 Marzo 2020

Stasera su Radio 3, intorno alle 20 e 15, se non sbaglio, vanno in onda 15 minuti di Se mi dicono di vestirmi da italiano non so come vestirmi, con Nicola Borghesi e con me. I primi quindici minuti della recita del 17/11 all’oratorio San Filippo Neri di Bologna.

Ecco

sabato 14 Marzo 2020

C’era una che, brindare, lei brindava così:
«Bevo alla casa distrutta,
e alla mia vita brutta».

[Anna Achmatova, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Uno spot

mercoledì 19 Febbraio 2020

Questo è uno spot che sta andando su Radio popolare (illustr. di Noemi Vola, montaggio di Andrea Cardoni): il primo che indovina la musica che c’è sotto vince una copia della Notte prima di natale, di Gogol’ (le risposte a paolo punto nori chiocciola gmail punto com):

L’oro in bocca

venerdì 17 Gennaio 2020

Andiamo a Mosca dal 29 giugno al 5 luglio 2020, partiamo da Milano Malpensa alle 12 e 10, arriviamo a Mosca alle 16 e andiamo in albergo, all’hotel Pekin, un albergo sovietico in piazza Majakovskij. È molto comodo, centrale, e ha dei corridoi che sembra l’albergo dove Jack Nicholson, in Shining, è andato per scrivere il suo libro intitolato, se non ricordo male, Il mattino ha l’oro in bocca (http://www.gogolmaps.com).