Una cosa che non avrei mai detto

venerdì 14 Agosto 2020

I primi di marzo, quando è diventata obbligatoria, ho comprato due mascherine lavabili e stamattina mi sono accorto che, sono passati quasi sei mesi, ce le ho ancora tutte e due. Non le ho perse. Non l’avrei mai detto.

Per quello

giovedì 13 Agosto 2020

Qualche anno fa ho scritto uno spettacolo teatrale dove facevo anche l’attore, e un mio amico, quando l’ha saputo, mi ha chiesto Ma non ti vergogni? E io gli risposto Sì. E mi piaceva per quello.

Tutte le volte

giovedì 13 Agosto 2020

Tutte le volte che mi arriva la notifica che qualcuno mi segue su twitter mi vien da pensare “Ma cosa mi segui a fare?”. E dopo niente. Come se niente fosse.

Per cominciare

martedì 11 Agosto 2020

Ho letto di uno che ha detto che chiede sinceramente scusa per quel che ha detto sul Coronavirus e mi interessa quel sinceramente. Forse pensava che pensassimo che chiedesse scusa falsamente. Sarebbe bello uno che chiede scusa falsamente. Uno che è falsamente pentito.

Predestinazione

domenica 9 Agosto 2020

A proposito di predestinati, io da piccolo credevo di essere predestinato all’obesità. Dopo poi, quando ho scoperto che se mangiavo meno dimagrivo, è stato un bel momento.

Nessuno

domenica 9 Agosto 2020

Non lo saprà nessuno, che quando comincio a lavorare, la domenica mattina, mi metto a cantare delle canzoni che non so neanche il testo.

Cambiare

venerdì 7 Agosto 2020

Ho cambiato gestore di gas e luce e, tra ieri e oggi, mi hanno scritto due messaggi identici che dicono che il mio passaggio sta procedendo regolarmente e che mi informeranno di tutti gli sviluppi, e a me viene la tentazione di tornare al vecchio gestore.

Pregiudizi

giovedì 6 Agosto 2020

E tutte le volte che salgo su un treno che funziona il wifi mi dico «Ma dai, funziona il wifi».

очередь

giovedì 6 Agosto 2020

Le file al check in all’aeroporto di Reykjavik.

Come sempre

mercoledì 5 Agosto 2020

Oggi prendiamo l’aereo torniamo in Italia, adesso faccio la valigia, poi partiamo, e dopo qualche minuto mi verrò il dubbio di aver dimenticato a casa qualcosa allora controllerò di avere con me: gli occhiali; la custodia degli occhiali; gli occhiali di riserva (nel caso che si rompano i primi occhiali); la custodia degli occhiali di riserva; lo straccetto per pulire gli occhiali (e, nel caso, per pulire gli occhiali di riserva); il telefono; il caricatore del telefono; il computer; il caricatore del computer; l’orologio; il caricatore dell’orologio; le cuffie (per le orecchie); il caricatore delle cuffie (per le orecchie); il caricatore portatile del telefono; il caricatore del caricatore portatile del telefono e del caricatore delle cuffie (per le orecchie); lo spazzolino elettronico; il caricatore dello spazzolino elettronico; il portafoglio; il portamonete; le chiavi; la cuffia (per la testa); l’agenda; il taccuino; l’astuccio; la borraccia. Più o meno. Come sempre.