Che si capisca

venerdì 4 Settembre 2020

Ho appena scritto (in una cosa che sto scrivendo) che Gogol’, non che fosse matto, ma non aveva mica tutti i suoi a casa, come dicono a Parma. Spero si capisca.

Odori

sabato 22 Agosto 2020

Uno aveva scritto che appena ti mettevi sulla prospettiva Nevskij sentivi odore di passeggiata.

[Nikolaj Gogol’, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Le cause della corruzione

lunedì 6 Luglio 2020

La maggior parte delle bustarelle, degli illeciti di servizio e cose simili, di cui sono accusati i nostri funzionari e non funzionari di tutte le classi, è causata o da mogli troppo spendaccione, troppo anziose di brillare in società, oppure dalla vuotaggine della loro vita domestica.
I mariti non si permetterebbe una decima parte delle irregolarità da loro commesse, se le loro mogli facessero almeno un po’ del loro dovere.

[Nikolaj Gogol’, Brani scelti dalla corrispondenza con gli amici, traduzione di Emanuela Guercetti, Firenze, Giunti 1996, p. 12]

Esattamente

sabato 23 Maggio 2020

Uno aveva visto arrivare un poliziotto, si era spaventato, poi il poliziotto aveva chiesto:
Lei si è degnato di smarrire il proprio naso?
Esattamente.
E’ stato trovato.

[Nikolaj Gogol’, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Talmente colpito

mercoledì 13 Maggio 2020

Uno di Pietroburgo aveva passato la mattina a leggere sui giornali le vicende della successione del trono spagnolo. Era rimasto talmente colpito che il trono fosse vacante che non era riuscito a fare niente tutto il giorno.

[Nikolaj Gogol’, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Un odore

lunedì 20 Aprile 2020

Uno faceva sempre odore di locale abitato.

[Nikolaj Gogol’, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Come mosche

venerdì 17 Aprile 2020

Un altro diceva che, da quando aveva preso lui la direzione, i malati guarivano tutti come mosche, che non facevano a tempo a mettere piede in ospedale che erano già sani.

[Nikolaj Gogol’, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

A volte

venerdì 10 Aprile 2020

Una era una signora piacevole da tutti i punti di vista. Amava le poesie e a volte disponeva la testa in modo sognante.
Un’altra era una signora semplicemente piacevole. Non era tanto poliedrica, di carattere.

[Nikolaj Gogol’, Anime morte, dal Rep. dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Per curare il mal di gola

giovedì 19 Marzo 2020

Uno, per riprendersi da raffreddore e mal di gola, aveva un rimedio a suo dire infallibile: faceva dei gargarismi con latte e fichi e si legava al collo un portaspilli con camomilla e canfora.

[Nikolaj Gogol’, Anime morte, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Un poliziotto

martedì 28 Gennaio 2020

Uno aveva visto arrivare un poliziotto, si era spaventato, poi il poliziotto aveva chiesto:
Lei si è sdegnato di smarrire il proprio naso?
Esattamente.
E’ stato trovato.

[Dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]