Scuola elementare.

La vergogna delle scarpe nuove

venerdì 3 Aprile 2020

Una lettura integrale, del 2006, regia di Simone Cireddu: Clic

Abitudini

venerdì 3 Aprile 2020

Ieri ho cercato per quaranta minuti un libro che, mi sono accorto stamattina, avevo nello zaino. Lo facevo anche prima del Coronavirus.

Granché

giovedì 2 Aprile 2020

Uno pensava che un intellettuale russo senza essere stato in galera non valesse granché.

[Sergej Dovlatov, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

La stupidera

giovedì 2 Aprile 2020

Malika Ayane ha scritto che, per reagire a questa reclusione forzata, si veste ogni giorno come se dovesse passeggiare a Parigi; quando l’ho letto io ho pensato che io, anche da prima del coronavirus, mi vesto sempre come se dovessi passeggiare a Parigi. Anche da prima di andare a Parigi, e quando sono andato a Parigi, difatti, mi son trovato benissimo, mi sentivo perfettamente a mio agio.

In imbarazzo

mercoledì 1 Aprile 2020

Una che leggeva molti libri di autori russi era così in imbarazzo all’idea di pronunciare i nomi tutti sbagliati, che in pubblico preferiva far finta di niente.

[Dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione, questo matto è di Giulia Genovesi]

Marketing

mercoledì 1 Aprile 2020

Una ventina di anni fa un quotidiano nazionale ha fatto un’indagine sui luoghi più significativi nei romanzi di alcuni scrittori italiani. Avevano chiesto anche a me, e io gli avevo detto che, secondo me, nei romanzi che avevo pubblicato, il posto più significativo era un appartamento nella periferia della città di Parma. Che non so se era una cosa che faceva venire voglia di leggere.

Uno storico

martedì 31 Marzo 2020

Uno, che era uno storico, aveva rimproverato un poeta così: «Ecco che razza siete voi poeti; noi di voi scriviamo, ma ci fosse un poeta che scrive qualche poesia su noi storici!».

[Vladislav Chodasevič, dal Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Come prima

martedì 31 Marzo 2020

Comunque questa cosa che niente sarà più come prima, adesso io, non voglio far quello che ne sa, ma era così anche prima, secondo me.

Un segno di qualcosa

martedì 31 Marzo 2020

Stamattina ho starnutito, cinque o sei volte, e non ho pensato che forse sono ammalato. Chissà cosa vuol dire.

Bassotuba non c’è

lunedì 30 Marzo 2020

Ho preso un po’ il vizio: clic