Pubblici discorsi

13 settembre – Parma

Venerdì 13 settembre,
a Parma,
alla Libreria Feltrinelli,
in via Farini 17,
alle 18 (credo)
I russi sono matti.
Corso sintetico di letteratura russa.
(UTET)

Pubblici discorsi

17 settembre – Torino

Martedì 17 settembre,
a Torino,
al Circolo dei lettori,
in via Bogino, 9,
alle 21,
I russi sono matti.
Corso sintetico di letteratura russa.
(UTET)

Pubblici discorsi

18 settembre – Bologna

Mercoledì 18 settembre,
a Bologna,
alla libreria Ambasciatori,
in via degli Orefici 19,
alle 18,
I russi sono matti.
Corso sintetico di letteratura russa.
(UTET)

Pubblici discorsi

1 ottobre – Milano

Martedì primo ottobre,
a Milano,
alla libreria Verso,
in corso di Porta Ticinese, 40,
alle 19,
I russi sono matti.
Corso sintetico di letteratura russa.
(UTET)

Pubblici discorsi

19 ottobre – Bologna

Sabato 19 ottobre,
a Bologna,
in Salaborsa,
in piazza del Nettuno,
dalle 15 alle 17,
nella sala incontri del primo piano,
c’è la riunione di Qualcosa
(è aperta a tutti).
Dopo, dalle 17 e 30 alle 18 e 30,
in una sala diversa, all’ultimo piano,
c’è la presentazione del numero 7
di Qualcosa.

Pubblici discorsi

9 novembre – Bergamo

Sabato 9 novembre,
alle 17,
alla libreria Incrocio Quarenghi,
a Bergamo,
in via Quarenghi 32,
I russi sono matti
(Utet)

  • Vecchi discorsi

  • Vecchi seminari

    Scuola elementare

    Peccato

    domenica 25 Agosto 2019

    Ieri, al Tardini, prima che cominciasse la partita, c’eran dei bambini che tenevano su uno striscione sul quale mi sembrava ci fosse scritto «La prateria uccide il calcio», invece poi ho letto meglio: «La pirateria uccide il calcio», che peccato.

    Scuola elementare

    Sopracciglia

    sabato 24 Agosto 2019

    Poi oggi mi è venuto il dubbio che le sopracciglia di Tolstoj, tutte farraginose, assomiglino a quelle di Moravia, tutte farraginose anche loro.

    Scuola elementare

    Sarà il caso

    venerdì 23 Agosto 2019

    Sarà il caso di confessare che, per quanto mi riguarda, preferirei essere morto piuttosto che portare una camicia bianca.

    [Rex Stout, Il diritto di morire, traduzione di Laura Grimaldi, Vicenza, Neri Pozza 2017, p. 117]

    Scuola elementare

    Tutto questo

    giovedì 22 Agosto 2019

    Puškin è a casa sua, seduto, e pensa: «Io, lo sappiamo, sono un genio. Anche Gogol’ è un genio. Ma anche Tolstoj, è un genio, e anche Dostoevskij, che Dio l’abbia in gloria, è un genio. Quando finirà tutto questo?». 
E niente.

    [Daniil Charms, da I russi sono matti, esce in settembre]

    Scuola elementare

    Chi va in vacanza

    mercoledì 21 Agosto 2019

    Chi va in vacanza è infelice.

    Giorgio Manganelli

    [Immagine di Simone Cireddu (cliccarci sopra per ingrandire]

    Scuola elementare

    Ma pensa

    mercoledì 21 Agosto 2019

    “Ma pensa!” disse Bazarov, “cosa significano le parole! L’ha trovata! Ha detto: ‘crisi’ e si è consolato. È stupefacente, come l’uomo creda ancora nelle parole. Gli dicono, per esempio, che è un coglione e non lo picchiano, si rattrista: lo chiamano intelligentone e non gli danno un soldo, prova piacere.”

    [Ivan Turgenev, Padri e figlio, Milano, Feltrinelli 2010, p. 213]

    Scuola elementare

    Le torte

    martedì 20 Agosto 2019

    Non so fare le torte, ma ho l’impressione che quello che sto facendo in questi giorni, riscrivere un romanzo, sia un po’ come fare una torta. Che ci son dei momenti che ti dici che forse viene, e ti sembra così incredibile che ti vien da pensare “Ma no. Ma cosa vai a pensare”.

    Scuola elementare

    Questo bel giovane

    lunedì 19 Agosto 2019

    [Cesare Zavattini, Parliamo tanto di me, Milano, Bompiani 1931 (2), p. 9 (grazie a Carlo Boccadoro)]

    Scuola elementare

    Una cosa inguista

    domenica 18 Agosto 2019

    C’è una cosa che non mi torna, quando vado a comprare le spugne abrasive per pulire la casa. Che, una volta che le ho comprate, mi sembra che la casa sia già un po’ più pulita. Invece è sempre sporca come prima. Non mi sembra giusto.

    Scuola elementare

    Lo sponsor tecnico

    domenica 18 Agosto 2019

    Gennadij Andreevič Zjuganov, presidente del comitato centrale del Partito Comunista della Federazione Russa, ieri ha parlato a Mosca con una giacca sulla quale a sinistra, sul cuore, c’era il simbolo del suo partito con la falce e il martello, dall’altra parte il logo della Nike, lo sponsor tecnico.

    [L’immagine viene da dožd’ tv]