Scuola elementare.

Forse

mercoledì 9 Ottobre 2019

Insegno allo Iulm dall’anno scorso, e oggi ho scoperto che, dall’anno scorso, allo Iulm, avevo uno studio, una scrivania e una sedia che mi aspettavano e non lo sapevo (forse).

Ah

mercoledì 9 Ottobre 2019

«Ah, come mi piacciono i bei gialli» disse Mrs Bulfinch. «Datemi una gran dama tutta ingioiellata, in abito da sera, sdraiata sul pavimento della biblioteca con un pugnale nel cuore».

[W. Somerset Maugham, Una donna di mondo e altri racconti, traduzione di Simona Sollai, Milano, Adelphi 2017, p. 45]

Quante volte

martedì 8 Ottobre 2019

Quante volte si può dire, ai propri studenti, nel corso di un anno scolastico, «Scusatemi, non sto molto bene, ho anche un po’ sonno»? Più di due? Oggi è la seconda, su tre. Finito il bonus, ho paura.

Scordarsi a letto

martedì 8 Ottobre 2019

Mi sono svegliato alla 7 e 16, alla croce di Casalecchio, avevo un treno che partiva alle 8 e 08 a Bologna centrale. A Parma si chiama Scordarsi a letto. Sono sul treno. Siamo appena passati davanti alla Barilla e alla Chiesi farmaceutica. Ho solo un po’ sonno.

Che tipo è

lunedì 7 Ottobre 2019

È già un po’ che le volevo chiedere: non conosce per caso Lev Tolstoj? Di persona? Se lo conosce, mi scrive, per favore, che tipo è? Di lui ho sentito dire molto poco, su com’è.

Fëdor Michajlovič Dostoevskij, lettera a Strachov del 28.5.1870, in Dostoevskij bez gljanca (Dostoevskij senza orpelli), Moskva, Pal’mira 2018, p. 305]

Chissà

domenica 6 Ottobre 2019

Ho l’influenza, tutto il giorno che dormo e leggo e dormo e leggo e dormo e leggo e dormo e leggo e mangio e bevo e non ne posso più. Speriamo che passi.

Venedikt Erofeev

sabato 5 Ottobre 2019

Ecco un’altra differenza tra loro e me: loro parlano poco per non star zitti, io parlo poco per non dir troppo.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 161]

Per esempio

venerdì 4 Ottobre 2019

Le circostanze, per esempio, dovrebbero essere delle stanze rotonde. «Vai nella tua circostanza!», da dire a un figlio quando si comporta male.

[Da Qualcosa n. 7, in preparazione]

Un finale

venerdì 4 Ottobre 2019

E ci sarebbero delle altre cose da dire, ne dico solo una, che a me, spesso, sull’autobus, a guardare le facce di quelli che sono intorno a me, mi torna in mente una cosa che diceva Orson Welles degli italiani, che diceva che, in Italia, tutti son capaci di recitare tranne gli attori. Ecco, io ci son dei giorni, sugli autobus, che, se sono di un umore sufficientemente sereno, a me sembra di essere circondato da degli attori bravissimi. E basta.

[Mi hanno chiesto di scrivere un racconto sugli autobus, l’ho scritto, finisce così]

D’un tratto

giovedì 3 Ottobre 2019

La ventola del mio computer ha smesso di fare rumore, forse devo preoccuparmi.