Unsexy

domenica 27 20 Ottobre13

Delle volte, alle scuole elementari che faccio, leggo il discorso per il conferimento delle lauree del Kenyon College che David Foster Wallace ha tenuto il 21 maggio 2005, discorso che si intitola Questa è l’acqua e che io leggo nella traduzione di Giovanna Granato pubblicata da Einaudi stile libero nel 2009. Alla scuola elementare di scrittura emiliana all’estero che è finita oggi a Torino, al Circolo dei lettori, uno dei partecipanti, Giovanni, mi ha detto che questo era un testo che lui aveva letto tantissime volte nell’originale e che c’è un passaggio che lui la traduzione non la capisce molto bene, questo: «Il genere di libertà davvero importante richiede attenzione, consapevolezza, disciplina, impegno e la capacità di tenere davvero agli altri e di sacrificarsi costantemente per loro, in una miriade di piccoli modi che non hanno niente a che vedere col sesso, ogni santo giorno»; che questo «che non hanno niente a che vedere col sesso» non è, secondo lui, «che non hanno niente a che vedere col sesso», è «unsexy», cioè, forse, semplicemente, poco attraenti, o non attraenti. Sono arrivato a casa, e ho trovato in rete il pdf di Questa è l’acqua (clic o Clic). Il testo originale sembra essere questo: «The really important kind of freedom involves attention, and awareness, and discipline, and effort, and being able truly to care about other people and to sacrifice for them, over and over, in myriad petty little unsexy ways, every day». Ecco; io devo dire, l’inglese non lo so, ma mi vien da pensare che difficilmente Foster Wallace volesse dire che quelle piccole cose non avevano niente a che vedere col sesso, credo.