Sa podiss

venerdì 7 dicembre 2018

Mi chiamo Zanichelli Bruno, o Bruno Zanichelli, in tutti e due i modi, non ho mai pubblicato niente ma, da quando avevo otto anni (ne ho 55) avrei voluto scrivere un romanzo e una trentina d’anni fa, quando facevo l’università, ho conosciuto uno, a Parma, che era il fondatore della corrente dei sapodisti, parola che viene da Sa podiss, che in dialetto parmigiano significa se potessi. Erano quelli che, non avevano tempo, ma se avessero avuto tempo avrebbero scritto delle cose bellissime. Ecco. All’epoca non avrei pensato ma devo dire che ormai sono quarant’anni che, tra una cosa e l’altra, sapodeggio anch’io.

[Oggi a Roma, da Giufà, l’organo ufficioso dei sapodisti]