Concettualismo ridotto

giovedì 7 maggio 2009

lesoruby-3

Non parlo bene italiano. Neanche adesso. A quell’ora era ancora peggio. Cercavo di capire come posso chiamare i miei disegni e i miei testi. Sarà Concettualismo, mi è venuto in mente. Concettualismo con un quasi impercettibilele sorriso della saggezza, con un sorriso leggerissimo che riempia gli occhi e appena tocchi gli angoli delle labbra. Concettualismo che ride. Concettualismo Ridotto.

[Dal sito del badante grafico dell’accalappiacani, Timofej Kostin]