Scuola elementare.

Due scuole

mercoledì 12 20 Febbraio20

Ci sono ancora 4 posti a Milano e 5 a Bologna alla scuola su Fëdor Dostoevskij: clic

Ecco

mercoledì 12 20 Febbraio20

Quando son su un treno, di solito dopo qualche minuto mi viene il dubbio di aver dimenticato a casa qualcosa allora controllo di aver con me: gli occhiali; la custodia degli occhiali; gli occhiali di riserva (nel caso che si rompano i primi occhiali); la custodia degli occhiali di riserva; lo straccetto per pulire gli occhiali (e, nel caso, per pulire gli occhiali di riserva); il telefono; il caricatore del telefono; il computer; il caricatore del computer; l’orologio; il caricatore dell’orologio; le cuffie (per le orecchie); il caricatore delle cuffie (per le orecchie); il caricatore portatile del telefono; il caricatore del caricatore portatile del telefono e del caricatore delle cuffie (per le orecchie); lo spazzolino elettronico; il caricatore dello spazzolino elettronico; il portafoglio; il portamonete; le chiavi; la cuffia (per la testa); i guanti; l’agenda; il taccuino; l’astuccio; la borraccia. Ecco.

Una copertina

martedì 11 20 Febbraio20

[Vladimir Šinkarëv, Mit’ki, immagine di copertina per Repertorio dei matti della letteratura russa, in preparazione]

Il sangue

martedì 11 20 Febbraio20

Dostoevskij è un cavaliere nel deserto con una faretra di frecce. E esce il sangue, dove arrivano le sue frecce.

[V. V. Rozanov, in Ljudmila Saraskina, Dostoevskij, Moskva, Molodaja Gvardija 2017, p. 5]

Ecco

martedì 11 20 Febbraio20

C’era una scritta luminosa verde, lampeggiante, sopra la farmacia Stadio, in via Andrea Costa, stamattina, a Bologna, diceva “Fine calendario”.

I russi

lunedì 10 20 Febbraio20

L’altro giorno, sentivo una radio russa, parlavano del corona virus, dicevano che non c’è da preoccuparsi così tanto perché colpisce solo i vecchi e quelli che già non stanno tanto bene.

Solo le scemenze

lunedì 10 20 Febbraio20

A me interessano solo le «scemenze»; solo quello che non ha nessun senso pratico. Mi interessa la vita solo nelle sue manifestazioni assurde.
Eroismo, pathos, audacia, moralità, pulizia, etica, commozione e fervore sono parole e sentimenti che non posso sopportare.
Ma capisco perfettamente e apprezzo: entusiasmo e ammirazione, ispirazione e disperazione, passione e riservatezza, dissolutezza e castità, tristezza e dolore, felicità e riso.

Andiamo a Mosca dal 29 giugno al 5 luglio e a Pietroburgo dal 7 al 13 luglio 2020.
Link al programma ➡ clic [Fotografia di Federica Ganassi]

Allora

lunedì 10 20 Febbraio20

Allora: forza Parma.

Se

domenica 9 20 Febbraio20

Se, per una ragione qualsiasi, vi dovesse succedere di ricominciare a vivere, non abbiate paura degli insuccessi.

[Viktor ŠKlovskij, Racconto sull’OPOJAZ, in Formal’nyj metod. Antologija russkogo modernizma, Kabinetnyj učenyj, Moskva-Ekaterinburg 2016, p. 308]

Poi

sabato 8 20 Febbraio20

E ci sono poi dei giorni, quando lavori, che ti sorprendi di come si lavori, quando si lavora.