Una nube

mercoledì 18 Marzo 2015

C. S. Lewis, Diario di un dolore

Se H. «non è», allora non è mai stata, e io ho scambiato per una persona una nube di atomi. La gente non esiste, non è mai esistita. La morte non fa che rivelare il vuoto che c’era da sempre. I cosiddetti vivi sono semplicemente quelli che non sono stati ancora smascherati. Tutti in bancarotta, anche se per alcuni non ancora dichiarata.

[C. S. Lewis, Diario di un dolore, traduzione di Anna Ravano, Milano, Adelhpi 1990, p. 35]