Più di duemila

giovedì 23 Dicembre 2010

Flaubert ha detto che per scrivere Bouvard et Pécuchet aveva dovuto leggere quasi duemila libri: sono convinto che Hrabal, per scrivere i suoi libri più importanti, abbia avuto bisogno di conoscere più di duemila persone, e questo fa di lui un grande scrittore epico… può fare un discorso epico anche con un cane.

[Jiri Kolar, in Bouhumil Hrabal, Spaccone dell’infinito, cit., p. 18]