Karačunicy

venerdì 13 Febbraio 2009

26076622

KARAČUNICY

Luogo anticamente abitato dai Brevi, popolo di bassa statura sulla cui estinzione ancora non si è fatta chiarezza. Si ipotizza che i Brevi fossero un gruppo separatosi dal popolo dei megaliti per sfuggire all’avanzata delle tribù ugrofinniche, trovando rifugio negli impenetrabili boschi di Porchov. Secondo la leggenda i Brevi si distinguevano per la statura estremamente bassa (meno di un metro: da qui il nomignolo di “Brevi”) di origine genetica nonché legata all’eccessivo apporto proteico nella loro alimentazione (si nutrivano principalmente di insetti e vermi). I Brevi vivevano in grossi carri ricoperti da un tendone. In epoca successiva l’intera tribù emigrò in Africa in groppa a cicogne grigie e non si esclude possano essere proprio loro gli antenati dei moderni Pigmei dell’Africa Centrale. La scienza rifiuta risolutamente e integralmente l’ipotesi avanzata dal famigerato cronologo Fomenko secondo cui il re dei Franchi, Pipino il Breve, e il re polacco riunificatore della Polonia, Ladislao il Breve, fossero entrambi discendenti della tribù dei brevi. L’opinione della maggioranza degli storici è unanime e si fonda sul generale sviluppo delle conoscenze storiche: una cosa del genere non avrebbe mai potuto essere perché non avrebbe mai potuto essere. Sconfessato l’impudente, procediamo.

[Ja. M. Sen’kin, Viaggio da Pietroburgo al nulla, cit., tr. it. Roberto Lanzi, p. 44]