Ascensore funzionare

lunedì 17 Maggio 2010

Ringrazio quelli che mi hanno scritto per dirmi qual è il titolo che preferiscono per i nuovi pubblici discorsi tra i sei che c’erano. Devo dire che il giorno dopo che ho messo su il post, mi sono venuti in mente altri due titoli, il settimo e l’ottavo (7. Come mai questo titolo; 8. La meravigliosa utilità del filo a piombo). Adesso, tra i primi sei, faccio i conti e metto i risultati.
A molti è piaciuto il primo titolo, Avere ombrelli, andare cinema, ascensore funzionare, e volevo dire che è tratto da un’opera teatrale di Antonio Tarantino, Stranieri, che ho visto a Ravenna, messa in scena dal Teatro delle Albe, quest’inverno, e la frase, più o meno completa, la trovate qua sotto.

Ci siete
Mio marito
Non è in casa
Avete mangiato
La polpetta americana
Non vi ha fatto niente
Come va la digestione
Siete robusti
Accidenti che salute
A me mio marito
Mi portava alla domenica
Quando aveva ancora
La patente
E la macchina
Roba tedesca
Zan zan
Contanti
Al vero ristorante
Anche il pesce
Che poi io
Il pesce è una roba
Che mi manda
PIù che altro risotto
Stitichezza
Che a una certa età
Ci siete
Lo so che ci siete
Perché non andate
A fare un giro
Andate fuori
Essere bella giornata
Se piovere
Noi europei
Avere ombrelli
E anche automobili
Andare cinema
Scendere
Ascensore funzionare
Non ostante parenti
Associazione Italia-Africa
Musica etnica
E voi essere quasi come noi

[Antonio Tarantino, La casa di Ramallah e altre conversazioni, Milano, ubulibri 2006, pp. 47-8]