Come mai?

lunedì 5 Giugno 2023

E quando Tolstoj scrive, in Preghiera per la nipotina Sonečka (pubblicata nel 1909 sulla rivista Majak, che significa Faro): «Dio ha ordinato agli uomini di fare una cosa: amarsi l’un l’altro. È questo che bisogna imparare a fare»

ci viene da chiederci “Come mai, non siamo capaci di farlo? Sembra così semplice”.

[Uscito ieri su Tuttolibri]

Una cosa

lunedì 3 Aprile 2023

Quando Tolstoj scrive, in Preghiera per la nipotina Sonečka (pubblicata nel 1909 sulla rivista Majak): «Dio ha ordinato agli uomini di fare una cosa: amarsi l’un l’altro. È questo che bisogna imparare a fare», ci viene da chiederci “Come mai, non siamo capaci di farlo? Sembra così semplice”.

[Dalla prefazione a Patriottismo o pace, a cura di Verdiana Neglia, in preparazione, l’immagine viene da @sovietvisual e è una scatola di fiammiferi sovietica sulla quale c’è scritto No alla guerra]

O pace

venerdì 31 Marzo 2023


Tutte le argomentazioni antimilitariste possono fare gran poco per fermare la guerra. È come offrire considerazioni eloquenti e persuasive a dei cani da combattimento, insistendo che è più vantaggioso dividere il pezzo di carne per il quale stanno lottando piuttosto che mutilarsi a vicenda e farselo portar via da qualche altro cane di passaggio che non si era neppure unito alla lotta.

[Lev Tolstoj, Patriottismo o pace, traduzione di Verdiana Neglia, in preparazione per Mattioli 1885]

12 maggio – Bologna

giovedì 12 Maggio 2022

Giovedì 12 maggio,
a Bologna,
in Sala Borsa,
alle 18,
con l’editore Paolo Cioni
e la curatrice Verdiana Neglia
presento
La città più cupa del mondo
di F. M. Dostoevskij,
Mattioli 1885

27 aprile – Milano

mercoledì 27 Aprile 2022

Mercoledì 27 aprile,
a Milano,
alla Libreria Verso,
in Corso di Porta Ticinese, 40
alle 19,
presento
La città più cupa del mondo
(Mattioli 1885),
di F. M. Dostoevskij
a cura di Verdiana Neglia

Il più sboccato del mondo

mercoledì 6 Aprile 2022

Il nostro popolo non è dissoluto, ma molto casto, malgrado sia senza dubbio il più sboccato del mondo; e su questa contraddizione, giustamente, vale la pena riflettere un po’.

[Fëdor Dostoevskij, La città più cupa del mondo, a cura di Verdiana Neglia, Fidenza, Mattioli 1885, p 72]

Verde pallido

mercoledì 16 Marzo 2022

Eppure, questa città così strana, a Raskol’nikov piace, in certi momenti: gli piace, per esempio, quando cantano al suono dell’organetto in una fredda sera d’autunno, buia e umida: soprattutto quando è umido e i passanti hanno tutti un’espressione malata e un colorito verde pallido.

[F. M. Dostoevskij, La città più cupa dal mondo, a cura di Verdiana Neglia, Mattioli 1885, esce il 7 aprile]

Ancora

lunedì 14 Febbraio 2022

Si parlava anche d’amore, ma a me non piace leggere cose d’amore, signori, non so voi.

[F. M. Dostoevskij, La città più cupa del mondo, trad. di Verdiana Neglia, prossimamente per Mattioli 1885 ]

Il cielo

domenica 13 Febbraio 2022

Che giornata calda, che cielo limpido e bello! Ma non guardiamo il cielo, non c’è tempo. Abbiamo fretta, abbiamo fretta; il cielo non scappa via. Il cielo è un fatto noto, il cielo non è un fatto complicato; vivere una vita, invece, non è attraversare un campo.

[F. M. Dostoevskij, La città più cupa del mondo, trad. di Verdiana Neglia, prossimamente per Mattioli 1885 ]

A Milano

lunedì 6 Dicembre 2021

Se un lettore cerca il vero Dostoevskij, non lo troverà in questo libro, troverà invece, in questo testo polivoco, appassionato e appassionante, diversi Dostoevskij, molti Dostoevskij, in contraddizione l’uno con l’altro, dai quali poi, alla fine, ogni lettore potrà ricavare il proprio Dostoevskij, oppure no.

[Martedì 18 gennaio, alla libreria Rizzoli di Milano, in Galleria, alle 18, con Giada Bertoli, Francesca Giordano, Verdiana Neglia, Irene Verzeletti e Mattia De Bernardis presentiamo Un certo Dostoevskij]