4 ottobre – Radio Tre

mercoledì 4 Ottobre 2023

Mercoledì 4 ottobre
su Rai Radio Tre,
alle 17 e 20 circa,
parlo di
A cosa servono i
russi,
se non ho capito
male.

ANNULLATO

Che belle

mercoledì 22 Febbraio 2023

Che belle le vite infelici come quella di Anna Achmatova

[Giovedì 23 febbraio, su Rai Radio 3, alle 16, nel corso di Fahrenheit, parliamo di Vi avverto che vivo per l’ultima volta]

25 febbraio – Radio 3

venerdì 25 Febbraio 2022

Oggi pomeriggio,
alle 15 e 30,
su Radio 3,
parlo della Russia
e dell’Ucraina.

Oggi pomeriggio

venerdì 25 Febbraio 2022

Oggi pomeriggio, alle 15 e 30, su Radio tre, parlo della Russia e dell’Ucraina.

1 febbraio – Radio 3

martedì 1 Febbraio 2022

Martedì 1 febbraio,
su Radio 3,
alle 17 e 30,
con Andrea Antinori
parliamo di
A cosa servono i gatti.

Oggi su Radio 3

martedì 1 Febbraio 2022

E quando le cose andavano male, e le cose andavano piuttosto male, mi veniva su una tenerezza, per me, per la mia vita insensata, che non avrei saputo dire se fosse stata un bene, un male, oppure niente.

[Oggi, alle 17 e 30, a Fahrenheit, A cosa servono i gatti, con Andrea Antinori]

19 settembre – Radio 3

domenica 19 Settembre 2021

Domenica 19 settembre,
su Radio 3,
a Fahrenheit,
poco dopo le 17,
parliamo di
Sanguina ancora.
L’incredibile vita
di F. M. Dostoevskij

21 maggio – Radio 3

venerdì 21 Maggio 2021

Venerdi 21 maggio,
alle 17 e 30,
se non sbaglio,
Sanguina ancora.
L’incredibile vita di
Fedor M. Dostoevskij
è il libro del giorno
di Fahrenheit

2 marzo – Radio 3

martedì 2 Marzo 2021

Oggi, 2 marzo,
alle 15 e 30,
su radio 3,
con Gian Piero Piretto
parliamo di Gorbačëv.

Un insetto o Napoleone?

giovedì 4 Febbraio 2021

Delitto e castigo è stato il primo libro russo che ho letto, avevo 15 anni, e la reazione che ho avuto, quando ho capito di cosa parlava, quando Raskol’nikov, il protagonista, si chiede «Ma io, sono come un insetto o sono come Napoleone?», ecco quella domanda, io quindicenne, me la sono rivolta anch’io: «Ma io» mi son chiesto «sono come un insetto o sono come Napoleone?».
E ho avuto, netta, la sensazione che quella cosa che avevo in mano, quel libro pubblicato centododici anni prima a tremila chilometri di distanza, mi avesse aperto una ferita che non avrebbe smesso tanto presto di sanguinare. Avevo ragione. Sanguina ancora.

[Sabato 6 febbraio, su Radio 3, dalle 18, dentro un programma che si chiama Pantheon, ci sono 3 minuti di cose che dico io su Dostoevskij]