Tremiamo

domenica 24 20 Marzo19

Ho bisogno di due piccole premesse.
La prima è molto semplice: secondo me non esiste, la maturità, non esiste. È una balla che ci raccontano quando siamo piccoli, non so perché, non so neanche chi siano, i poteri forti, forse, o gli stessi che hanno inventato Babbo Natale e il purgatorio, comunque non è vera.
La seconda è che, quando mi hanno chiesto di scrivere la prefazione di questo libro di poesie, io ho pensato che non sarei stato capace, e che questo libro meritava un prefatore migliore, e che ho paura di mettere insieme una piccola porcheria; poi mi è venuto in mente che io, da quando son diventato grande, tutte le cose che faccio, ho paura di non esser capace di farle, e mi son ricordato una poetessa che scrive «Non voglio imparare a non avere paura, voglio imparare a tremare»*.
Allora ho pensato “Va bene, tremiamo”.

*Chandra Livia Candiani, Il silenzio è cosa viva. L’arte della meditazione, Torino, Einaudi 2018, p. 75

[Tremiamo, introduzione a Chandra Livia Candiani, Vista dalla luna, Milano, Salani 2019]