Le qualità di Tolstoj

venerdì 9 20 Agosto19

Nei diari scrive di sè di essere «brutto», e «sciatto», e «irritabile», e «noioso», e «immodesto», e «impaziente», e «vergognoso come un bambino». «Quasi maleducato». «Incontinente», «indeciso», «incostante», «stupidamente vanaglorioso» e «entusiasta, come tutti gli uomini senza carattere». «Senza coraggio». «Pigro».

[Pavel Basinskij, Lev Tolstoj, Moskva, Malodaja gvardija 2017, pp. 66-7]