Ecco

venerdì 12 aprile 2019

Ecco. Questo manifesto sovietico, che dice «E la vita è bella, e vivere è bello», a me, mi vien da dire che è proprio così.
Forse sono io, che sono un po’ sovietico dentro, anche dopo che l’Unione Sovietica è finita, ma allora lo era anche Nino Pedretti quando scriveva: «Non ditemi che il mondo è brutto, malato, ridotto in merda, il mondo ha bisogno di esser bello, anche se ti urla il cuore, anche se ti strappano le dita».