Domani a Torino

sabato 29 settembre 2018

«Perché è finito tutto?» disse d’un tratto alzando la testa. «Chi è che ti ha maledetto, Il’ja? Cos’hai? Tu sei buono, intelligente, caro, nobile, e… vai in rovina! Chi è che ti ha rovinato? Non c’è un nome a questo male…».
«C’è» disse lui in modo appena percettibile.
Lei lo guardò con uno sguardo interrogativo, gli occhi pieni di lacrime.
«Oblomovismo», sussurrò lui, poi le prese la mano, avrebbe voluto baciarla, non aveva potuto.