Crea sito

Venedikt Erofeev

mercoledì 22 febbraio 2017

i becchini del socialismo

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 150]

Venedikt Erofeev

mercoledì 15 febbraio 2017

e sono nato con la camicia di forza

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 151]

Venedikt Erofeev

domenica 8 gennaio 2017

e, in tutto, qualche idea, ma così tarchiate

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 154]

Venedikt Erofeev

giovedì 8 dicembre 2016

Mi sono avvicinato al tremolo. – Tremi? Tremi ancora? Be’, trema, trema.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 143]

Venedikt Erofeev

lunedì 5 dicembre 2016

È inutile propugnare verità trite e ritrite, anche senza di noi son destinate a trionfare.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 160]

Venedikt Erofeev

martedì 29 novembre 2016

Più bello della bellezza stessa, come dicono nelle Filippine.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 15]

Venedikt Erofeev

venerdì 18 novembre 2016

Tu musicherai, io valzererò.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 93]

Venedikt Erofeev

martedì 15 novembre 2016

Io ero bianco sporco come un barboncino bianco sporco. Adesso sono nero come una cagna nera.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 127]

Venedikt Erofeev (e Victor Hugo)

sabato 12 novembre 2016

Negli ultimi anni della sua vita Victor Hugo ha considerato seriamente la possibilità di cambiare il nome di Parigi in Victorhugopolis.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 140]

Venedikt Erofeev

venerdì 11 novembre 2016

E lungo la strada lui tutto il tempo: «Ma che cazzo te ne frega?». Io parlavo di Aldo Moro, della perfidia di Pol Pot eccetera. E lui diceva solo «Ma che cazzo te ne frega?».

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 127]