Crea sito

Il giornalaio e l’edicola

domenica 2 marzo 2014

Il giornalaio e l’edicola sono la stessa cosa, giornalaio è il suo nome, edicola il suo cognome.

[Il giornalaio e l’edicola secondo un bambino di una scuola dell’infanzia di Reggio Emilia]

Il ponte di Calatrava

domenica 2 marzo 2014

Secondo me si chiama anche Ponte di Gavassa, quello della filastrocca che c’è Pierino che fa la cacca.

[Il ponte di Calatrava secondo un bambino di una scuola dell’infanzia di Reggio Emilia]

29 ottobre – Reggio Emilia

martedì 29 ottobre 2013

Martedì 29 ottobre,
alla biblioteca Panizzi,
in via Farini, 3,
a Reggio Emilia,
alle 17 e 30,
leggo dei testi dei
partecipanti a
Cose che ci governano,
che è questa cosa qua: clic.

Un’intervista

martedì 29 ottobre 2013

[Comincia oggi, a Reggio Emilia, questa rassegna: clic, e credo sia uscita stamattina, sulla Gazzetta di Reggio, questa intervista di Francesca Manini:]

Nori bibliotecario per un giorno: ci si vede?

 

No, non mi ci vedo, e ho accettato perché ormai è una quindicina d’anni che io, le cose che faccio, mi sembrano così strane che non posso farle automaticamente, con nonchalance, mi tocca farle con chalance, se così si può dire, e questa, anche lei. Continua a leggere »

Cose che ci governano

mercoledì 9 ottobre 2013

genesis_ARCIRE_logo

 

 

 

 

 

Carlo Boccadoro, Carlo Lucarelli, Mariangela Gualtieri, Manuel Agnelli, Michela Murgia, Daniele Benati, Sandrone Dazieri, Ivano Marescotti, Ermanno Cavazzoni, Makkox e Silvia Avallone in provincia di Reggio Emilia: clic

Ancora a Reggio Emilia

sabato 13 luglio 2013

Clic

[grazie a Elly Schlein]

A Reggio Emilia

lunedì 8 luglio 2013

Clic

I microfoni

domenica 7 luglio 2013

Ecco. Questo era l’argomento che mi avete chiesto di trattare e grazie di avermelo chiesto e l’ho fatto molti volentieri potrei anche fermarmi qui solo che invece faccio come quelli che quando prendono il microfono non lo mollano più e approfitto della vostra pazienza per dirvi una cosa che riguarda voi, nel senso di questa associazione che ruota intorno a Pippo Civati e che non saprei identificare bene neanche con un nome e che forse non è neanche un’associazione è un gruppo di persone che io identifico con Pippo, con una mia amica che si chiama Carlotta Zarattini, e con un’altra mia amica che si chiama Elly Schlein e che fa parte di questo movimento che credo si chiami Occupy Pd.

Ecco, io, devo dire, Pippo, per esempio, quando interviene in pubblico, se c’è qualcosa che non funziona, non so, non si accende un microfono, o non parte un computer, lui dice «E be’, cosa volete, siamo pur sempre del Partito Democratico, non può funzionare tutto».

Ecco, voi siete pur sempre del partito democratico, e questa è la cosa che non capisco, e mi viene da chiedervi Ma perché?

E mi vien da pensare, scusate la banalità del mio intervento, ma io, politicamente, sono, probabilmente, un po’ ingenuo, un po’ greve, poco raffinato, ma mi vien da pensare che il Partito Democratico, o quello che c’era prima, se io penso a una cosa vergognosa, che esiste in Italia, sono i Centri di Identificazione e Espulsione,  e quella cosa lì, col nome di Centri di Permanenza Temporanea, è stata istituita con la legge Turco Napolitano, che è una legge che hanno firmato Livia Turco e Giorgio Napolitano.

Cosa avete a che fare, voi, con quella roba li?

E, lo dico per inciso, adesso è partita la raccolta delle firme per l’abolizione, dei Centri di Identificazione e Espulsione, volevo approfittare di questa occasione per dire che io, non che la cosa sia importante, ma io, quel referendum  lì, lo vado a firmare; credo che sia un referendum radicale, e che non sia appoggiato dal Partito Democratico, e mi viene da chiedervi, ancora, cosa ci fate, voi, nel partito democratico?

Perché non fate una cosa vostra, per conto vostro, che è una cosa più difficile, credo, ma forse, non so come dire, più sensata, che dopo magari funzionano anche i microfoni.

[un pezzetto del discorso di oggi a Reggio Emilia alla manifestazione Viva la libertà]

7 luglio – Reggio Emilia

domenica 7 luglio 2013

Domenica 7 luglio,
a Reggio Emilia,
Chiostro della Ghiara,
in Via Guasco 6,
alle 11 e 30,
faccio un discorso
sui morti di Reggio Emilia.

Gli incontri di Reggio Emilia

sabato 6 luglio 2013

Gli incontri della manifestazione che si chiama W la libertà, a Reggio Emilia (tra i quali, domattina alle 11 e 30, anche un breve discorso che faccio io), credo si possano vedere in streaming qui: clic.