Crea sito

Venedikt Erofeev

mercoledì 17 febbraio 2016

Io, come un bicchiere, sono fragile e ho le pareti sottili. Ho molte facce io, come un bicchiere.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 139]

Venedikt Erofeev

domenica 14 febbraio 2016

Vergogna-coscienza-onore. Io, per esempio, ho così tanta vergogna che di coscienza già ne ho un po’ meno, e di onore non ne ho quasi più.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 124]

Venedikt Erofeev

lunedì 14 dicembre 2015

Benché io abbia gli occhi azzurri la mia anima, be’, la mia anima ha gli occhi neri.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 147]

Venedikt Erofeev

lunedì 10 agosto 2015

Noi non andiamo d’accordo perché non coincidono i nostri errori.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 157]

Venedikt Erofeev

giovedì 23 luglio 2015

Ma noi, in sostanza, non facciamo niente. Noi, tutti i giorni, trasmettiamo l’ora esatta.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 122]

Venedikt Erofeev

martedì 23 giugno 2015

erofeev

 

 

 

 

Passeggiando a Leningrado: Quante lingue sai? Due. Il russo parlato e il russo scritto.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 133]

Venedikt Erofeev

venerdì 19 giugno 2015

erofeev

 

 

 

 

Storielle: uno sposo, per divertire gli invitati al matrimonio, si era calcato una pentola in testa e non era più riuscito a toglierla. L’avevan portato all’ospedale. La diagnosi: «testa in un corpo estraneo». Ecco cos’ho, io: testa in un corpo estraneo.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 138]

Venedikt Erofeev

martedì 21 ottobre 2014

erofeev

 

 

 

 

Juz Aleškovskij: Non si può alleviare la disperazione con gli alcolici. Il dolore deve essere puro.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 138]

Venedikt Erofeev

domenica 12 ottobre 2014

erofeev

 

 

 

 

Diritti da conquistare: diritto alla malinconia, a un’eleganza ostentata, alla mancanza di interessi spirituali, ecc.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 165]

Venedikt Erofeev

venerdì 10 ottobre 2014

erofeev

 

 

 

 

I libri inglesi di galateo del XV e XVI secolo vietavano, durante i pasti, di sputare sul tavolo e di soffiarsi il naso nella tovaglia.

[Venedikt Erofeev, Bespoleznoe iskopaemoe, Moskva, Vagrius 2001, p. 29]