Crea sito

Al mondo

venerdì 26 gennaio 2018

Ieri sera mi han rubato la bicicletta e io, non so perché, sono sempre quasi contento, quando mi ruban le cose. Che stare lì, in via San Vitale, fermo, impalato, a guardare il posto dove non c’era la mia bicicletta, è stato un momento che io ero al mondo, e me lo ricordo, e non mi succede spessissimo. Stamattina, poi, devo far da mangiare per la Battaglia che io di solito le faccio sempre le stesse cose: il prosciutto, comprato al supermercato, il pollo arrosto, comprato al supermercato, o la pasta speck e zucchine, comprati al supermercato (la pasta, lo speck e le zucchine, poi li mescolo io). Oggi: club sandwich. E niente, adesso faccio la doccia, vado a comprare il pan carrè e il pomodoro (il resto ce l’ho), poi vado a stare al mondo davanti a un club sandwich, se ci riesco.

Un difetto

venerdì 29 dicembre 2017

Con la Battaglia siamo andati a vedere The Greatest Showman, e devo dire che ci è piaciuto molto, a tutti e due, anche a me. Cì era piaciuto molto anche La bella e la bestia. A tutti e due. Anche a me. L’unica cosa, The Greatest Showman, la vicenda dura una decina d’anni, le bambine son sempre alte uguali.

Una brutta azione

mercoledì 27 dicembre 2017

Quando la Battaglia era piccola, avrà avuto tre anni, una volta l’ho portata al cinema a vedere Harry Potter, il secondo.
Il cinema era vuoto, era la prima proiezione del pomeriggio, lei correva in mezzo alle file, prima che cominciasse il film, dopo il film è cominciato, ci siamo messi a guardarlo, quando è finito il primo tempo, il film a me non piaceva, ho preso la Battaglia le ho detto È finito.
Allora ci siamo alzati, siamo usciti, nell’andar via le ho chiesto Ti è piaciuto?, Moltissimo, mi ha risposto lei.
Gliel’ho confessato quest’anno, non era contenta.

A proposito di Natale

giovedì 16 novembre 2017

A Casalecchio di Reno stanno montando le luminarie del Natale e oggi Togliatti mi ha detto che la Battaglia, quando era piccola, pensava che la Madonna fosse l’aiutante di Babbo Natale.

Bei tempi

giovedì 19 ottobre 2017

Ho portato a pallavolo la Battaglia, e siamo arrivati in anticipo, e siamo rimasti lì, in silenzio, a aspettare, nella ghiaia, e a me è venuto in mente quando era piccola, che la portavo a mangiar fuori, eravamo sempre i primi, al ristorante, alle sette eravamo già seduti, le mani lavate, che aspettavamo che ci portassero quello che avevamo ordinato, bei tempi, ho pensato.

Un’avventura

martedì 10 ottobre 2017

Mi hanno proposto di fare una presentazione in novembre, volevo vedere se potevo farla, non trovo più l’agenda. Credo di averla lasciata a casa della Battaglia, ci arrivo tra un paio d’ore, verso mezzogiorno e mezzo.
Se la ritrovo poi rispondo a quelli che mi hanno invitato.
Se non la ritrovo, sono rovinato.
Che giornata interessante.

Aggiornamento importante

venerdì 6 ottobre 2017

Devo cuocere le tagliatelle per la Battaglia. Chissà come vengono.

Irma

sabato 9 settembre 2017

Quella bambina che ogni tanto, qui dentro, si chiama la Battaglia, in un’altra vita, fuori da qui, si chiama Irma, e è la bambina, tra tutte le bambine che esistono al mondo, che conosco meglio, e io, l’altra notte, mi sono svegliato, nel cuore della notte, come si dice, ho acceso il computer, sono andato su twitter, ho visto che tra i trendtopics c’era Irma, il primo pensiero che mi è venuto è stato «Cos’ha combinato, l’Irma?», da andare a finir tra i trendtopics di Twitter, che sono gli argomenti più trattati, come sanno tutti, oramai, credo, magari mi sbaglio.

Una cosa che sta succedendo

martedì 8 agosto 2017

La Battaglia ha cominciato a leggere La piccola Battaglia portatile. È a pagina 18. Siamo d’accordo che, se trova delle cose che non le piacciono, le prossime edizioni quelle cose lì vengono annerite e, di fianco, ci scriviamo «Censura».

Migliori amiche

domenica 25 giugno 2017

Oggi, quando la Battaglia ha detto che lei ha un po’ di amiche che lei direbbe che ciascuna di loro è la sua migliore amica, e io le ho detto che non è possibile, che la migliore amica può esser solo una, lei mi ha detto che invece è molto possibile perché lei ce le ha e sono più di una.