Il 5 maggio

lunedì 6 Maggio 2019

Dopo poi ero tornato a casa, avevo preso la Battaglia, le avevo detto: «Ascolta, adesso ti dico una cosa e tu mi dici quello che capisci».
«Va bene», mi aveva detto lei.
E io le avevo detto: «Ei fu, siccome immobile, dato il mortal sospiro, stette la spoglia immemore, orba di tanto spiro», e poi le avevo chiesto: «Cos’hai capito?».
E lei ci aveva pensato un po’ e poi mi aveva detto: «Che lui è lì, in piedi, che gioca a memory respirando».
Ecco.

[Grande Russia portatile, Milano, Salani 2018]

Una cosa che mi piace

martedì 9 Aprile 2019

La Battaglia, le foto che metto su Instagram, è sempre la prima a metterci Mi piace.

Le Barbie

sabato 8 Dicembre 2018

Sul treno, di fianco a me, ci sono due sorelle spagnole, piccoline, avranno tre e quattro anni, ciascuna con la sua Barbie, con lunghi capelli biondi, e a me viene in mente la Battaglia, quando aveva tre anni, che, la sua Barbie, la usava come scopettino, ci puliva il bagno, e io, di questa cosa, ero contento in un modo insensato.

Senza titolo

giovedì 1 Novembre 2018

Ero in stazione con la Battaglia, mi ha detto che secondo lei, nel numero dei binari della stazione di Bologna, c’è qual quadra che non cosa.

Una colazione

martedì 30 Ottobre 2018

Oggi ho aperto il frigo della Battaglia, ho visto che c’è un barattolo di marmellata con un’etichetta con il disegno di un’albicocca e la scritto «Albicocche confettura extra».
Allora ho capito perché l’altra mattina, ero a letto, la Battaglia, dalla cucina, mi ha chiesto «Papà, cosa vuol dire confettura?».
«Marmellata», le ho risposto io.
«Ah, grazie», mi ha detto lei, e si è sentito il rumore che faceva colazione.

Un rimedio

martedì 9 Ottobre 2018

E stasera mi è tornato in mente di una volta con la Battaglia, dormiva a casa mia, aveva forse sei anni, Ho mal di pancia, mi ha detto, non avresti delle patatine?

Patatine con il mal di pancia? le ho detto io.

Sono l’unica cosa che me lo fa passare, mi ha detto lei.

Adesso

venerdì 31 Agosto 2018

In agosto, siccome è chiuso il negozio dove mi faccio mandare le cose di solito, me le faccio mandare a casa della Battaglia, e oggi, mi ha chiamato la Battaglia mi ha detto «È arrivato Qualcosa». E io ho detto «Che bello». E adesso vado a prender Qualcosa. E basta.

Due argomenti

giovedì 28 Giugno 2018

Nel testo teatrale che va in scena domani, davanti al museo di Ustica, a Bologna, e che si intitola Dimenticare (la Bolognina) si parla, tra le altre cose, della Svolta della Bolognina, cioè della fine del Partito Comunista Italiano, e dei Cuccioli cerca amici, e le ragazze che recitano la cosa, che hanno tra i 15 e 17 anni, mi sono sembrate più interessate ai Cuccioli cerca che alla Svolta della Bolognina, e mi è venuto in mente che la Battaglia, quando aveva tipo sei anni, e io dovevo andare ad Amsterdam e le ho chiesto “Cosa vuoi, da Amsterdam?”, lei mi ha risposto “Un cucciolo cerca amici”, e io li avevo cercati, ad Amsterdam, non li avevo trovati, mi sembra di ricordare. Buongiorno.

Vediamo

mercoledì 27 Giugno 2018

Una ragazza di tredici anni che conosco, che ha appena fatto l’esame di terza media, ieri si è fatta tagliare i capelli da un parrucchiere che, a suo tempo, li ha tagliati anche ai fratelli Righeira, mi han detto e, quando è uscita, era molto contenta, si guardava in tutte le vetrine e si stimava molto, mi han detto, poi stasera era un po’ dispiaciuta perché non era sicura se le piacevano. Oppure no. Vediamo.

Una cosa che non so

lunedì 18 Giugno 2018

Stamattina sono andato in giro in bicicletta con la Battaglia, e lei, non è abituata a andare in bici, mi sembrava che andasse così piano, «È lunga come la quaresima», mi veniva in mente continuamente, anche se io, il digiuno della quaresima non l’ho mai fatto, cioè non ho idea, come sia lunga, la quaresima, e «I mussulmani, ho pensato, lo dicono anche loro, lungo come il Ramadam?».