Lavorare

giovedì 17 Ottobre 2019

Quando faccio i corsi di scrittura che si chiamano Scuola elementare di scrittura emiliana, o Scuola media inferiore di scrittura emiliana, come stasera, arrivo al corso che sono stanco, alle 21, vengo via, alle 23 e 30, dopo due ore e mezzo di lavoro, che non sono più stanco.

Così

martedì 15 Ottobre 2019

Quando mi mando dei file per e-mail mi scrivo sempre, nel corpo del messaggio Ciao, o Buongiorno, così, per educazione.

Ecco

domenica 13 Ottobre 2019

Nel bagno del treno che va a Firenze, mi insapono le mani, schiaccio il pulsante dell’acqua, l’acqua non scende e io penso Lo sapevo.

Forse

mercoledì 9 Ottobre 2019

Insegno allo Iulm dall’anno scorso, e oggi ho scoperto che, dall’anno scorso, allo Iulm, avevo uno studio, una scrivania e una sedia che mi aspettavano e non lo sapevo (forse).

Scordarsi a letto

martedì 8 Ottobre 2019

Mi sono svegliato alla 7 e 16, alla croce di Casalecchio, avevo un treno che partiva alle 8 e 08 a Bologna centrale. A Parma si chiama Scordarsi a letto. Sono sul treno. Siamo appena passati davanti alla Barilla e alla Chiesi farmaceutica. Ho solo un po’ sonno.

Chissà

domenica 6 Ottobre 2019

Ho l’influenza, tutto il giorno che dormo e leggo e dormo e leggo e dormo e leggo e dormo e leggo e mangio e bevo e non ne posso più. Speriamo che passi.

Un finale

venerdì 4 Ottobre 2019

E ci sarebbero delle altre cose da dire, ne dico solo una, che a me, spesso, sull’autobus, a guardare le facce di quelli che sono intorno a me, mi torna in mente una cosa che diceva Orson Welles degli italiani, che diceva che, in Italia, tutti son capaci di recitare tranne gli attori. Ecco, io ci son dei giorni, sugli autobus, che, se sono di un umore sufficientemente sereno, a me sembra di essere circondato da degli attori bravissimi. E basta.

[Mi hanno chiesto di scrivere un racconto sugli autobus, l’ho scritto, finisce così]

D’un tratto

giovedì 3 Ottobre 2019

La ventola del mio computer ha smesso di fare rumore, forse devo preoccuparmi.

Vedremo

martedì 1 Ottobre 2019

Stasera mi fermo a dormire a Milano, e ho preso su, oltre allo zaino, il trolley, che domattina vorrei andare a correre, se riesco, e va tutto bene, se non che, non lo porto mai, con me, sono quasi sicuro che me lo scordo da qualche parte, il trolley.

Così contento

lunedì 30 Settembre 2019

Ho mandato via due libri, stamattina, son così contento che mi vien da pensare che dovrei fare il postino, forse, di mestiere. O il corriere. Il corriere forse no. Forse neanche il postino, mi vien da pensare.