Crea sito

Tutte le volte

domenica 24 settembre 2017

Dovevo scrivere una cosa, non sapevo da che parte prenderla, mi son messo a stirare, mi son venute in mente due parti, da dove prenderla; succede così tutte le volte, non so cosa scrivere, comincio a fare qualcos’altro, mi viene in mente quel che devo scrivere, e mi stupisco sempre ma la cosa stupefacente è lo stupore, cosa mi stupisco a fare, che succede così tutte le volte?

Contribuire

sabato 23 settembre 2017

Sto scrivendo dei contributi, se così si può dire, per la nuova edizione della guida del Touring di Mosca e San Pietroburgo, e ogni tanto cerco dei libri, nella confusione della mia libreria, ieri sera ne ho cercati tre e li ho trovati tutti e tre quasi subito e ci son rimasto male: credevo di avere la libreria molto in disordine, invece è un periodo che non son bravo nemmeno nel disordine, mi è venuto da pensare ieri sera intanto che scrivevo dei contributi per la guida del Touring di Mosca e San Pietroburgo.

Così

giovedì 14 settembre 2017

Quando rivedo i romanzi, quel lavoro lì di revisione che si fa dopo la consegna e prima della stampa, è l’unico momento che mi sembra di lavorare davvero ed è il lavoro che mi piace di più, tra gli innumerevoli non lavori che faccio io per stare al mondo.

Cose che succedono a Parma

venerdì 1 settembre 2017

Stamattina, ero a Parma, dalle parti della stazione, all’ora di pranzo, dovevo pranzare, sono entrato in uno di quei posti che ci sono in stazione, c’erano dei panini già pronti e dei pezzi di pizza freddi che sembravano morti, sembrava che fossero lì da dei giorni, tutti morti e sudati, poverini, non ho avuto il coraggio, allora sono uscito, ho visto un bar che fuori c’era la foto di un toast, sono entrato, ho chiesto alla barista «Mi fa un toast?». E lei mi ha sorriso mi ha detto «Un toast? Quella che fa i toast non c’è, io non sono capace. Scusa», mi ha detto. È stato bellissimo.

Va be’

giovedì 31 agosto 2017

Devo finire di scrivere un romanzo, e ho tanti di quegli appunti che ne potrei scrivere tre, dei romanzi, con quegli appunti lì, impossibile che li uso tutti, e quando finisco, poi, sarebbe bello se ci fosse una raccolta differenziata per gli appunti per scrivere i romanzi, sarebbe utile, secondo me. Che poi si macerano, tutti insieme, e vengono fuori dei romanzi riciclati. Forse.

Per esempio ieri

domenica 6 agosto 2017

I primi tempi scrivevo a penna, sopra un quaderno, e dopo un mese, più o meno, copiavo al computer quello che avevo scritto, stampavo e lo rileggevo. Tutti i giorni una cosa, almeno, anche piccola, tutto quel poco che succedeva, senza censure, e mi accorgevo se andava bene o male dopo un mese, quando la rileggevo, copiata al computer e stampata. Per esempio ieri, mentre stavo lavando i piatti, ho pensato a una cosa che, se fossero stati i primi tempi l’avrei scritta, solo che, non eran più i primi tempi, non l’ho mica scritta.

Alla stazione Termini

venerdì 12 maggio 2017

[Trattoria pizzeria fondata nel 2020, cliccare sull’immagine per ingrandire]

Una presentazione

venerdì 12 maggio 2017

Ieri, a Roma, mi hanno presentato dicendo che ho scritto La vergogna delle scarpe nuove, Mi compro una Gilera, La meravigliosa utilità del filo a piombo, Manuale pratico di giornalismo disinformato e Strategia della crisi e a me è scappato da ridere.

Quest’anno

domenica 25 dicembre 2016

Stamattina, intanto che mi facevo la barba, non so perché, m’è venuto da pensare a Maria Elena Boschi. Ma poverina, mi sono detto. Dopo mi son detto che Natale, per me, in un certo senso, è il giorno che è chiusa la libreria dove vado sempre e per Natale non ci posso andare. Auguri

Il mondo

sabato 19 novembre 2016

In una strada del centro di Cagliari che si chiama Via Sulis ho visto il primo albero di Natale che ho visto quest’anno, che hanno già acceso le luminarie e ieri sera era lì, grandissimo, contro un palazzo del centro di Cagliari ma non è quello che volevo dire, volevo dire che ieri mi son scordato di dire una cosa, che invece di abolire le province, non sarebbe stato meglio abolire il mondo? avrei voluto chiedere ieri ai cagliaritani che c’erano lì e invece poi non gliel’ho chiesto mi sono scordato.